Furti di auto a Lamezia, due arresti · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Furti di auto a Lamezia, due arresti

martedì 6 settembre 2016

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – I Carabinieri della Stazione Lamezia Terme Sambiase hanno provveduto ad eseguire in Catanzaro, due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme nei confronti di PASSALACQUA Giovanni, classe 92, e BERLINGIERI Rosario Domenico, classe 95, noti per i loro precedenti specifici, per i reati di furto e tentato furto aggravato in concorso.

L’attività partiva a seguito di una ripetute serie di furti di autovettura e di oggetti in esse contenute, mediante effrazione o danneggiamenti, avvenuti lo scorso mese di maggio, nei pressi dello stadio G. Renda di Lamezia Terme.

Mediante servizi ad ho e grazie alle indagini svolte dai Carabinieri, con escussioni di testimoni, attività informativa, acquisizioni di documenti nonché attività di osservazione e pedinamento, veniva di appurare la responsabilità dei due cittadini rom residenti nella zona di viale Isonzo di Catanzaro. In particolare il 16 maggio, mediante effrazione del finestrino, i due soggetti giunti a bordo di una Fiat Grande Punto dapprima tentavano di impossessarsi di un Land Rover e successivamente, non riuscendo nel loro intento, prelevavano dalla stessa il portafogli del proprietario contenente, documenti, bancomat e soldi contanti. In data 24 maggio, gli stessi soggetti, giunti sempre a bordo di una Fiat Grande Punto, in un primo momento, tentavano di impossessarsi di una Fiat Punto prelevando dalla stessa il portafogli del proprietario con documenti, bancomat e soldi in contanti, e successivamente tentavano di impossessarsi invano di un’Audi A4 SW rompendo il finestrino lato passeggero. Veniva dunque predisposto un servizio ad hoc, unitamente a militari della Stazione di Catanzaro Santa Maria che coadiuvavano fattivamente al rintraccio dei due soggetti in quel territorio, a seguito del quale i due venivano dichiarati in stato di arresto e tradotti presso la Casa Circondariale di Catanzaro Siano a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

loading...