Picchia la moglie, arrestato pregiudicato lametino · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Picchia la moglie, arrestato pregiudicato lametino

mercoledì 2 marzo 2016 - 12:40
Print Friendly, PDF & Email

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Lamezia Terme hanno tratto in arresto CARUSO Stefano, 46 anni, soggetto conosciuto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti anche perché sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per altri procedimenti penali.

L’attività è emersa a seguito della richiesta di aiuto pervenuta all’utenza 112 della Centrale Operativa da parte di una donna in forte stato di agitazione residente in via Friuli. Immediatamente recatisi sul posto i militari hanno avuto modo di soccorrere una donna che, in evidente stato di shock, si era rifugiata in una abitazione limitrofa e che presentava un evidente ecchimosi allo zigomo sinistro frutto di un pugno al volto sferratole dal marito CARUSO che successivamente l’aveva altresì minacciata brandendo nelle mani un martello.

Appurate le predette circostanze, i militari sono entrati nell’abitazione del CARUSO bloccandolo, rinvenendo nella sua disponibilità il martello utilizzato per minacciare la moglie nonché appurando gli ingenti danni causati sempre all’interno dell’abitazione dal lancio del predetto strumento. Per tali ragioni, la donna è stata accompagnata presso il locale ospedale per le cure del caso, mentre il CARUSO è stato dichiarato in stato di arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni, nonché per quello di furto in quanto a suo danno veniva altresì riscontrato un allaccio abusivo alla rete elettrica nonché alla rete del gas.

Accompagnato presso gli uffici del Comando Compagnia, e dopo esser stato ristretto presso le camere di sicurezza ivi presenti a disposizione dell’A.G., Caruso è stato giudicato con rito per direttissima e successivamente sottoposto, a seguito della convalida, alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la struttura “Malgrado Tutto” di Lamezia Terme.

loading...