Scoperto un centro scommesse non autorizzato, che raccoglieva e gestiva scommesse poi convogliate ad un allibratore con sede in Malta · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Scoperto un centro scommesse non autorizzato, che raccoglieva e gestiva scommesse poi convogliate ad un allibratore con sede in Malta

imageI Baschi verdi della Compagnia di Catanzaro hanno sequestrato le strumentazioni presenti in un centro scommesse non autorizzato, denunciando all’autorità giudiziaria i responsabili dell’agenzia ed un avventore.

Il sito di scommesse clandestine era destinato alla raccolta ed all’accettazione di scommesse su eventi sportivi e virtuali. L’attività di accettazione, raccolta e gestione delle scommesse veniva attuata dal personale del centro in assenza della concessione dell’amministrazione autonoma dei monopoli di stato. Tali scommesse venivano poi convogliate a favore di un allibratore estero, che le gestiva dalla propria sede in Malta.

E’ stata sottoposta a sequestro una postazione telematica, completa di stampante termica.

Nella circostanza, è stato denunciato anche un giocatore, sorpreso dai finanzieri immediatamente dopo aver eseguito le giocate non consentite. La normativa vigente difatti punisce sia l’esercente, sia il giocatore, per cui sussiste una specifica responsabilità penale anche nei confronti di chi si limiti semplicemente a scommettere in uno dei centri non autorizzati, peraltro agevolmente riconoscibili, in quanto sprovvisti del logo e delle autorizzazioni dell’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato.

Al controllo seguiranno idonei accertamenti per la determinazione ed il recupero degli imponibili sottratti a tassazione, atteso che l’imposta è comunque dovuta, ancorché la raccolta delle scommesse venga perpetrata in assenza di concessione aams.

Commenta

loading...