Operazione “Veleno”, cedevano la “dose” quotidiana: fermati in 17 · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Operazione “Veleno”, cedevano la “dose” quotidiana: fermati in 17

mercoledì 18 giugno 2014

operazione Veleno 2014LAMEZIA TERME (CZ) – Nella mattinata di oggi, i carabinieri, a seguito di una complessa attività di indagine hanno dato esecuzione all’Operazione denominata “Veleno”. L’attività di indagine ha avuto spunto da un rinvenimento di sostanza stupefacente del tipo cocaina avvenuto nel dicembre 2011 nel comprensorio di Lamezia Terme. La sostanza in questione doveva essere immessa sul mercato per far fronte alle esigenze dei consumatori lametini. A seguito di tale rinvenimento, sono state avviate complesse attività di riscontro che hanno dato inizio ad una articolata attività tecnica mediante intercettazione telefoniche, intercettazioni ambientali, pedinamenti, riprese video e fotografiche. Tale attività protrattasi per oltre nove mesi, ha interessato tutto il circondario lametino e non, facendo si che si individuassero numerosi “pusher”, alcuni dei quali, nonostante fossero già sottoposti a misure restrittive (arresti domiciliari PAOLA Antonio) e/o a misure di prevenzione (FRANCESCHI Concetto, CARUSO Pietro), erano comunque dediti alla vendita e cessione di sostanze stupefacenti del tipo “pesante” e “leggero” (marijuana e eroina). In tale attività, l’Autorità Giudiziaria in seno al Tribunale di Lamezia Terme, accogliendo appieno le risultanze investigative poste in essere dalla Stazione Carabinieri Lamezia Terme Scalo corroborata dal Nucleo Operativo della Compagnia di Lamezia Terme ha emanato diciassette Ordinanze restrittive, di cui 6 in carcere, 9 agli arresti domiciliari e due obblighi di dimora, tutte nei confronti di soggetti di interesse operativo gravitanti nell’ambito del circondario lametino.

custodia cautelare in carcere a carico di:

BUFFONE Giuseppe, nato a Lamezia Terme il 25.05.1977;

– CARUSO Pietro, nato a Lamezia Terme il 17.03.1981;

– FRANCESCHI Rosario, nato a Nicastro il 26.10.1964;

– FRANCESCHI Concetto, nato a Nicastro il 15.03.1967;

– PAOLA Antonio, nato a Nicastro il 18.07.1965;

 

misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di:

– MAZZEI Tommaso, nato a Lamezia Terme il 01.06.1978;

– FRANCESCHI Antonio;

– PAGLIUSO Vincenzo, nato a Lamezia Terme il 06.05.1970;

– NERO Antonio, nato a Lamezia Terme il 27.04.1982;

– FIORINO Domenico, nato a Lamezia Terme il 29.08.1988;

– MORELLO Tiziano, nato a Lamezia Terme il 27.09.1973;

– COSENTINO Pierpaolo, nato a Lamezia Terme il 20.10.1984;

– COSTANTINO Giuseppe, nato a Lamezia Terme il 15.11.1981;

l’obbligo di dimora nel Comune di residenza a carico di:

– MANIACI Luca, nato a Carini il 12.09.1985;

L’attività d’indagine, nello specifico l’attività tecnica, eseguita mediante i metodi tradizionali e tecnici, è iniziata nell’aprile 2012 e si è protratta sino al successivo mese di novembre, periodo nel quale è stato acclarata un’intensa attività illecita individuata nello spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina e marijuana. Sono emersi personaggi, con rilevanti precedenti nello specifico settore, che in tutti e tre centri della predetta cittadina, ovvero Sant’Eufemia, Sambiase e Nicastro, svolgevano l’attività di “pusher” cedendo giornalmente ed a qualsiasi ora, minime dosi di stupefacente pesante e leggero, destinate a tossicodipendenti o in taluni casi a soggetti che a loro volta si occupavano di ulteriori cessioni più esigue.

Durante le fasi della predetta attività sono stati eseguiti numerosi riscontri che hanno portato all’arresto in flagranza di reato di 4 arresti soggetti ed al sequestro di circa 30 grammi di eroina e 100 grammi di marijuana.

 

 

loading...