Lamezia, sabato 18 la Statua di San Francesco in visita al complesso interparrocchiale di San Benedetto · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, sabato 18 la Statua di San Francesco in visita al complesso interparrocchiale di San Benedetto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Sabato 18 maggio la Statua di San Francesco di Paola farà visita al complesso interparrocchiale di San Benedetto.

Alle ore 18 trasferimento della Statua del Santo nella Chiesa di San Benedetto con corteo motorizzato – Breve Processione nei pressi della Chiesa. Alle ore 19.00 Solenne Concelebrazione eucaristica presieduta da S. Ecc.za Mons. Luigi Antonio Cantafora ed apertura delle celebrazioni del V Centenario della Canonizzazione di San Francesco.

«E’ Dio che ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un’esistenza mediocre, annacquata, inconsistente … occorre far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità, cercando di incarnarla nel contesto attuale, con i suoi rischi, le sue sfide e le sue opportunità … La santità è il volto più bello della Chiesa» (Papa Francesco, Gaudete et exsultate, 19 marzo 2018)

«Ultimamente, nei nostri giorni, volle quel celeste Agricoltore, secondo abitudine, visitare la sua vigna mandando un uomo forte a coltivarla nella persona del glorioso Confessore il Beato Francesco di Paola, degno di essere annoverato fra il numero dei beati, il quale, come i grandi atleti di Cristo, con il suo esempio e i suoi meriti, aiutato dalla grazia, ebbelti in gran forma la Santa Chiesa, illuminando con il fulgore della sua lampada le tenebre dei tempi attuali; infatti, lui lottò, con tenacia contro il mondo, contro la carne e il demonio, camminando nell’odore di santità dell’Altissimo, attrasse dietro a se una gran folla di fedeli dell’uno e dell’altro sesso, e come diffusa sulla faccia della terra, la professione religiosa che lui generasse, lasciò come luce delle genti la celebre memoria di se, e come fulgida stella risplende nel firmamento della Chiesa» (Papa Leone X, Excelsus Dominus, 1 maggio 1519)

 

 

Commenta