Lamezia, la Domenica delle Palme e la Settimana Santa in attesa della Pasqua. Gli appuntamenti nella parrocchia di San Francesco · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, la Domenica delle Palme e la Settimana Santa in attesa della Pasqua. Gli appuntamenti nella parrocchia di San Francesco

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Sotto un cielo grigio, con un sole timido che va e viene, ed una pioggia bizzarra e a tratti prepotente, ci stiamo avvicinando a vivere i momenti salienti della Settimana Santa che culmineranno nel giorno della Santa Pasqua.

Le parrocchie del quartiere sambiasino celebreranno insieme, alle ore 10.00, domenica 14, il Rito della Benedizione delle Palme in Piazza Botticelli. Seguiranno, poi, quattro diverse Processioni, una verso la Chiesa di Maria Ss. delle Grazie, una verso la Chiesa di B.V. del Carmine, una verso la Chiesa Matrice, una verso il Santuario di S. Francesco, ove ci sarà la Celebrazione eucaristica (in caso di pioggia, il rito di benedizione si svolgerà presso ogni singola Chiesa).

Un altro momento di particolare intensità, sempre nella giornata di domenica, sarà vissuto nella Chiesa Matrice dove ci sarà, alle 18.30, la Rappresentazione Sacra del “Tradimento di Giuda”.

Mercoledì Santo nella Chiesa di San Benedetto ci sarà la Santa Messa Crismale, quindi l’inizio del triduo pasquale il giovedì santo con la Santa Messa in Coena Domini alla Chiesa Matrice alle 17.30 e al Santuario S. Francesco alle 19. La sera alle 21.30 l’adorazione comunitaria davanti all’Altare della Reposizione. Quindi il cosiddetto “giro dei sepolcri” per le chiese cittadine.

Venerdì Santo sarà giornata di preghiera, digiuno e astinenza. Alle ore 8.30 Ufficio delle Letture e Lodi (Santuario S. Francesco) e nel pomeriggio, alle 17.30 la Solenne Azione Liturgica In Passione Domini nella Chiesa Matrice.

Al termine dell’Azione Liturgica la tradizionale Processione dei “Mistiari”, con le statue del 1700 custodite nella Chiesa dell’Annunziata. I portatori delle statue con la tunica bianca e la corona di spine in testa, i carabinieri in alta uniforme a “scortare” la “varetta” (la bara di Gesù), i Padri e i fedeli per percorrere un cammino sulla via della Croce contemplando il volto di Cristo sfigurato dalla violenza e dal dolore. Quello stesso volto in cui si cerca il volto dell’amore che rappresenta la speranza per ogni uomo.

La sera del sabato santo alle 22.30 nella Chiesa Matrice Solenne Veglia Pasquale e domenica la Pasqua di Resurrezione con le solenni celebrazioni nelle diverse chiese parrocchiali.

I Padri Minimi in questo tempo di profonda riflessione sul Mistero della Passione, Morte e Risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, invitano i fedeli ad accostarsi al Sacramento della Riconciliazione, sapendo che “Dio non si stanca mai di perdonare l’uomo” (Papa Francesco).

Commenta