Rappresentazione sacra del Presepe Vivente nelle serate di Santo Stefano ed Epifania · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Rappresentazione sacra del Presepe Vivente nelle serate di Santo Stefano ed Epifania

mercoledì 21 dicembre 2016

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Giunge alla sua undicesima edizione la Rappresentazione Sacra del Presepe Vivente allestita nel centro storico di Sambiase di Lamezia Terme. La manifestazione è organizzata dai Padri Minimi del locale Convento di San Francesco di Paola, con una numerosa partecipazione di fedeli delle Comunità parrocchiali di S. Francesco di Paola e S. Pancrazio V. M. e con la preziosa collaborazione degli abitanti del centro storico, che hanno messo a disposizione i locali per l’allestimento delle varie postazioni.

Il presepe vivente quest’anno sarà raffigurato e proposto all’intera cittadinanza in due serate: il 26 dicembre 2016 (Santo Stefano) e il 6 gennaio 2017 (Epifania), dalle 17:30 alle 20:30; in quest’ultima serata ci sarà l’arrivo dei Magi.

I visitatori saranno attratti ancora una volta dalle suggestive creazioni allestite per l’occasione nelle vie e vicoli del borgo antico – sconosciuto a molti- e che, nell’atmosfera natalizia assumono davvero una grande valenza impregnata di sacralità.

I visitatori, prima di immettersi nel percorso del presepe vivente, avranno modo di ammirare l’artistico presepe allestito nella chiesa dell’Annunziata, assieme ad una esposizione di presepi che richiamano bellissimi scorci del centro storico, per poi passare ad osservare gli altri presepi nelle vicine chiese dell’Immacolata, di S. Francesco di Paola e della Matrice (S. Pancrazio V.M.).

Anche quest’anno il presepe vivente, sia pur con qualche leggera modifica rispetto alla precedente edizione, troverà accoglienza nella nuova location, sempre nel caratteristico centro storico di Sambiase, snodandosi sul seguente percorso: Via Verdi, Craparizza, Orto di Renda, Via Cavour, Orto di Carrera e Corso Vittorio Emanuele.

Così come lo scorso anno, alcuni momenti della rappresentazione saranno realizzati interpretando in maniera creativa testi evangelici, nel contesto di una ambientazione nella quale le comparse, rigorosamente in costume tradizionale del tempo, faranno rivivere emozioni ed atmosfere tipiche della “Notte Santa”: dall’Annunciazione (l’annuncio dell’angelo a Maria) alla Visitazione (la visita di Maria ad Elisabetta), alle Locande (dove non c’era posto per Gesù); poi, l’Annuncio ai pastori, il Censimento su decreto di Cesare Augusto, i Magi, inseriti in spaccati di vita sociale, lavorativa e familiare del tempo in cui nacque Gesù. Tra questi è possibile imbattersi nel Falegname, il Cretaio, il Forgiaio, la Bottega delle stoffe, la Filatura, la Scuola rabbinica, la Famiglia, la Casa del pane e, infine, la Natività, allestita nella chiesa Matrice.

I Padri Minimi di cuore ringraziano e benedicono in Gesù, Giuseppe e Maria, quanti a vario titolo hanno collaborato e offerto fatica e tempo alla preparazione della Rappresentazione Sacra.

loading...