A Dipodi la festa della Madonna · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

A Dipodi la festa della Madonna

domenica 14 agosto 2016

imageEntrano nel vivo i festeggiamenti in onore della Madonna di Dipodi che culmineranno nella festa del 15 agosto, giorno in cui la Chiesa celebra l’Assunzione al Cielo della Vergine Maria.
Il Santuario diocesano di Feroleto Antico, che per tutta la durata del Giubileo Straordinario della Misericordia è chiesa giubilare, ha visto nei giorni scorsi tantissimi fedeli rendere omaggio alla Vergine Maria e affidare a lei desideri e attese delle famiglie e della comunità diocesana. Una tradizione che si rinnova da secoli in un luogo che, insieme al Santuario di Conflenti, rappresenta il luogo simbolo della devozione mariana della chiesa lametina e uno dei più antichi santuari mariani della Calabria. Quest’anno i pellegrini che nei giorni della festa giungeranno da varie parti dell’hinterland lametino e dalla Calabria, potranno ricevere l’indulgenza plenaria dell’anno giubilare alle condizioni stabilite dalla Chiesa.

Domenica 14 agosto, vigilia della festa, al mattino il tradizionale pellegrinaggio a piedi che partirà dalla Cattedrale alle 4.30 e si concluderà con la celebrazione delle S. Messa delle 7.30 al Santuario (rientro con navetta della Multiservizi); alle 21 la S. Messa presieduta dal Vescovo Luigi Cantafora e animata dalla corale “S. Biagio di Amantea” diretta dal Maestro Francesco Stellato e a seguire la veglia di preghiera che continuerà per tutta la notte animata dai giovani della parrocchia di Pianopoli.
Il giorno della festa, lunedì 15 agosto, solennità dell’Assunzione al Cielo di Maria, saranno celebrate le S. Messe alle ore 6.30, 7.30, 9, 10.30, 12, 17 e 18. La S. Messa delle 20.30, presieduta dal Rettore del Santuario Don Antonio Astorino, sarà celebrata sul piazzale del Santuario e sarà animata dalla Corale “S. Antonio” diretta dal Maestro Antonio Buonconsiglio. Al termine della celebrazione, il rientro in Chiesa della statua della Madonna e lo spettacolo pirotecnico.
Accoglienza dei pellegrini, dare la possibilità ai fedeli di sperimentare la dolcezza del perdono di Dio rappresenteranno il cuore dei festeggiamenti della Madonna di Dipodi e, più in generale, della missione del Santuario mariano Diocesano che – ricorda il rettore del Santuario Don Antonio Astorino – “è uno strumento della misericordia di Dio che, unita alla devozione popolare, può risvegliare la fede e aprire alla fede, alla speranza e alla conversione i cuori di quanti verranno nei prossimi giorni in questo luogo dove tutto parla di Maria e tutto riconduce al Signore”.

loading...