Il Questore di Catanzaro sospende l’attività di un esercizio commerciale · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Il Questore di Catanzaro sospende l’attività di un esercizio commerciale

giovedì 11 maggio 2017 - 22:45
Print Friendly

GUARDAVALLE (CATANZARO) – Con provvedimento del Questore di Catanzaro, è stata disposta la chiusura temporanea, per quindici giorni, di un esercizio commerciale nel comune di Guardavalle, un Bar sito su Via Salerno, ove, a seguito di una mirata e prolungata attività di monitoraggio svolta dalla Compagnia dei Carabinieri di Soverato e dalla locale stazione di Guardavalle, si è accertato che il locale era assiduamente frequentato da diversi soggetti tutti gravati da pregiudizi penali, soprattutto in materia di sostanze stupefacenti. Persone considerate pericolose per la sicurezza pubblica, alcune di esse sottoposte a misura di prevenzione e, comunque inserite in contesti criminali.

Il provvedimento adottato dal Questore, in applicazione della normativa dettata dall’art. 100 del TULPS, ha natura cautelare e trova il suo fondamento nelle esigenze di ordine pubblico oggettivamente considerate, anche a prescindere dalle eventuali responsabilità attribuibili al titolare dell’esercizio commerciale.

Difatti, la sospensione della licenza di un esercizio ai sensi dell’art. 100 del TULPS ha la finalità non di sanzionare la soggettiva condotta del gestore del pubblico esercizio per il verificarsi di condizioni potenzialmente pericolose per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, bensì quella di impedire – attraverso la temporanea chiusura del locale – il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e, nel contempo, di prevenire il reiterarsi di tali situazioni, rendendo consapevoli quei soggetti della circostanza che la loro presenza è stata rilevata dalle Autorità preposte, in modo da indurre il definitivo allontanamento degli stessi, ovvero il modificarsi della loro condotta, indipendentemente dalla responsabilità dell’esercente, e quindi una tutela preventiva degli interessi della collettività

loading...