Legge di Stabilità 2017, Cgil Cisl e Uil accolgono positivamente la decisione del Governo · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Legge di Stabilità 2017, Cgil Cisl e Uil accolgono positivamente la decisione del Governo

lunedì 17 ottobre 2016 - 15:15
Print Friendly, PDF & Email

sindacatiCGIL-CISL-UIL Calabria accolgono positivamente la decisione del Governo di inserire nella proposta di Legge di Stabilità 2017 i fondi da destinare alla copertura degli stipendi dei lavoratori forestali e quelli finalizzati alla prosecuzione del percorso di stabilizzazione del bacino del precariato calabrese. Intanto perché il Governo ha scelto di riconoscere le necessità di una platea importante di lavoratori, evitando così il ricorso alla piazza da parte del Sindacato.

La decisione di sostenere economicamente le necessità degli operai idraulico forestali, poi, serve anche alla Regione per svolgere con la necessaria serenità e tranquillità l’opera di efficientamento del settore e in modo particolare della società a partecipazione pubblica Calabria Verde.

Per quanto attiene, invece, il bacino dei lavoratori LSU e LPU i finanziamenti messi in cantiere dal Governo, insieme a quelli già preventivati dall’amministrazione regionale, consentono agli stessi di superare la soglia temporale che li divideva da una reale stabilizzazione presso quegli enti pubblici presso i quali hanno esercitato validamente la loro opera.

Nel prendere atto dell’impegno profuso dal Presidente della Giunta Regionale sulla buona riuscita del finanziamento a favore dei forestali e LSU/LPU calabresi, ora la palla passa alla deputazione calabrese che sarà chiamata ad adoperarsi affinché quanto annunciato dal Governo non si disperda in un nulla di fatto durante l’iter di approvazione della proposta di Legge di Stabilità in Parlamento.

La Calabria, però, ha bisogno anche di altro. Intanto è determinante dare risposte ai lavoratori del porto di Gioia Tauro, riprendendo l’iter governativo relativo all’approvazione della Zona economica speciale.

Venerdì scorso, poi, si è riaperto un confronto diretto con l’azienda finalizzato a trovare una soluzione contro i tagli programmati. Il Governo, infine, deve dare inizio al percorso sancito dall’Accordo quadro sottoscritto per Gioia Tauro, un piano che, accanto all’Agenzia per il lavoro portuale, prevedeva anche altre iniziativa concrete per il recupero dei dipendenti a rischio esubero.

CGIL CISL UIL Calabria, nel ritenere il confronto con la Giunta Regionale fondamentale per le azioni su sviluppo e crescita, sostengono la necessità di rilanciare un piano straordinario per il lavoro al fine di dare risposte ai disoccupati giovani e donne calabresi.

I Segretari Generali

CGIL CISL UIL

Angelo Sposato Paolo Tramonti Santo Biondo

 

loading...