Crotone, al sesto mese di gravidanza muore donna di 35 anni insieme ai due gemelli che portava in grembo. Aperta inchiesta · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Crotone, al sesto mese di gravidanza muore donna di 35 anni insieme ai due gemelli che portava in grembo. Aperta inchiesta

giovedì 27 agosto 2015

imageCROTONE – Una donna di 35 anni, Maria Scarpino, incinta al sesto mese ed in attesa di due gemelli, è morta nell’ospedale di Crotone per cause in corso d’accertamento. Insieme alla donna sono deceduti anche i due gemelli. La Procura della Repubblica di Crotone, anche sulla base di una denuncia presentata dal marito della donna che parla di “inadempienze da parte dei medici”, ha aperto un’inchiesta.
La donna, già madre di un bambina di tre anni, faceva l’infermiera in una struttura per anziani.
La Direzione aziendale dell’ Azienda sanitaria provinciale di Crotone ha “tempestivamente disposto un’indagine interna” per accertare le cause della morte della donna, Maria Scarpino, al sesto mese di gravidanza, deceduta in ospedale mentre veniva sottoposta ad un esame clinico. Ne dà notizia la stessa Azienda sanitaria in un comunicato in cui si esprime “profondo cordoglio e vicinanza ai familiari della signora. Proponendosi l’approfondimento di ogni circostanza utile alla comprensione dello svolgimento degli accadimenti ed individuare eventuali criticità, la Direzione aziendale – si aggiunge nel comunicato – ha tempestivamente disposto una indagine interna al fine di ricostruire dettagliatamente le circostanze cliniche e chiarire i vari contesti di lavoro”.
“Ad ogni modo l’Azienda – è detto ancora nel comunicato – si rimette alle indagini disposte dalla Procura della Repubblica di Crotone alla quale sarà fornita ogni collaborazione richiesta per concorrere insieme ad essa a fornire utili elementi di valutazione. Nel rispetto del dolore dei familiari, l’Azienda, sulla vicenda, manterrà il più stretto riserbo rendendosi disponibile ad offrire il dovuto supporto ai familiari”. (ANSA)

loading...