Detenuto calabrese morto per peritonite, indagati 5 medici · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Detenuto calabrese morto per peritonite, indagati 5 medici

carcere_01PADOVA – La Procura di Padova ha aperto un’inchiesta iscrivendo 5 medici sul registro degli indagati per fare luce sulla morte di un detenuto di 45 anni, Francesco Amoruso, che avvenne durante un’operazione cui fu sottoposto (ormai troppo tardi) per una peritonite non diagnosticata.

I fatti risalgono al marzo 2014. Il detenuto era giunto a Padova da Rebibbia nel 2006, per scontare una condanna per rapina e omicidio con fine pena 2023.

In cella al ‘Due Palazzi’, l’uomo – riferiscono i quotidiani locali – aveva iniziato a sentirsi male il 6 marzo: accusava forti dolori addominali e per questo era stato visitato. Non una, ma ben cinque volte nel giro di un giorno e mezzo perchè la sofferenza non accennava a diminuire nonostante gli antidolorifici e altri farmaci prescritti dai sanitari. Resta però un anello mancante nella catena dell’inchiesta: la testimonianza dell’infermiera che somministrò i farmaci al detenuto, al momento non più in servizio nell’istituto penitenziario e difficilmente rintracciabile.

La donna per gli inquirenti potrebbe chiarire esattamente quali farmaci somministrò e in che tempi, per capire se le stesse medicine assunte dall’uomo possano aver influito sulla grave peritonite perforante con cui il 45enne, originario di Crotone, venne accolto all’ospedale di Padova l’8 marzo. Qui l’uomo morì, non riuscendo a superare l’intervento chirurgico d’urgenza.

(ANSA)

Commenta

loading...