Unesco: insediato il Comitato regionale · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Unesco: insediato il Comitato regionale

Mario Caligiuri

CATANZARO – Nella sede dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria si e’ insediato il comitato Unesco presieduto da Domenico Romano Carratelli. “Sulla base dei riconoscimenti gia’ ottenuti dalla Calabria, la “Varia” di Palmi, la Sila come riserva delle biosfere e il Duomo di Cosenza come simbolo di pace, la Regione Calabria ha inteso costituire il Comitato Unesco della Calabria, con il compito di promuovere e sostenere i beni e le candidature calabresi presso l’Unesco.

La Calabria con la costituzione del Comitato Unesco testimonia ancora una volta la propria vocazione culturale dimostrando coi fatti che la valorizzazione e la promozione della cultura e del patrimonio culturale sono il vero volano di cambiamento capace di trasformare la regione da terra’ di problemi in terra di opportunita’”. Con queste parole Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria, ha commentato l’insediamento del Comitato Tecnico Scientifico Unesco. Domenico Romano Carratelli durante l’insediamento ha sottolineato l’importanza di dare dignita’ alla Regione sul piano culturale ed ha convenuto insieme al Comitato di stabilire contatti con Il Ministero dei Beni Culturali, il Comitato Nazionale Unesco, i Club Unesco nazionali, regionali, provinciali, focalizzando l’attenzione sulla tutela del patrimonio e per verificare le realta’ che hanno avviato il percorso per un possibile riconoscimento del patrimonio Unesco.

Il Comitato e’ composto inoltre da Luigi Renzo, Patrizia Nardi, Vincenzo Arvia, Marilena Cerzoso, Nando Ciliberti, Franco Ferlaino, Sonia Ferrari, Franco Galiano, Leonardo Leonetti, Adelmo Manna, Enrico Marchiano’, Rocco Militano, Antonio Montuoro e Antonio Montuoro. Tra le candidature gia’ al vaglio dell’Unesco la Calabria annovera la Sila, come patrimonio materiale dell’Umanita’, e il “Codex Purpureus Rossanensis”, come patrimonio immateriale “Memoria del mondo” e la Regione sta lavorando per candidare anche le minoranze linguistiche e il “Codex Romano Carratelli”. Il Presidente Domenico Romano Carratelli ha gia’ individuato insieme al Comitato la data del prossimo incontro per il 5 novembre nella citta’ di Tropea.

(AGI)

Commenta

loading...