Rischi Naturali: il Multirischi Arpacal tra gli organizzatori di sessione del Global Platform 2019 · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Rischi Naturali: il Multirischi Arpacal tra gli organizzatori di sessione del Global Platform 2019

Il Centro Funzionale Multirischi dell’Arpacal è stato selezionato nel gruppo internazionale che si occuperà dell’organizzazione di una sessione del Global Platform 2019 for Disaster Risk Reduction (Piattaforma Globale 2019 per la riduzione del rischio da catastrofi, ndr) che si terrà a Ginevra in Svizzera dal 13 al 17 maggio prossimi.

Il Global Platform 2019 for Disaster Risk Reduction è un forum biennale multi-stakeholder istituito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per esaminare i progressi, condividere le conoscenze e discutere gli ultimi sviluppi e le tendenze nel ridurre il rischio di catastrofi. L’evento vedrà riunirsi capi di governo e delle organizzazioni internazionali per discutere dei progressi legati all’implementazione del Sendai Framework, degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, delle strategie di riduzione dei disastri naturali.

Rispondendo ad una call internazionale per la selezione dei componenti i gruppi di organizzazione dell’evento, il Centro Funzionale Multirischi dell’Arpacal, diretto dall’Ing. Raffaele Niccoli, è stata quindi individuata per contribuire a definire il programma della sessione relativa a Integrating Risk Management Ecosystems and Water-Related Risks (Integrazione degli ecosistemi di gestione dei rischi e dei rischi legati all’acqua, ndr).

L’ing. Francesco Fusto, funzionario del Multirischi ed incaricato a ciò, ha dato il suo contributo per definire scenari ed obiettivi del tema, ha predisposto il documento su cui si confronteranno esperti mondiali del settore e capi di governo per definire un’efficace strategia di contrasto e gestione integrata degli eventi estremi, le cui ripercussioni interessano l’ecosistema naturale.

L’ing. Raffaele Niccoli, direttore del Centro Funzionale Multirischi, ha sottolineato come “ancora una volta, proseguendo un’attività portata avanti negli anni, che ha visto il nostro Centro coinvolto in progetti internazionali di ricerca, in progetti di cooperazione regionale e territoriale, di cooperazione allo sviluppo, il confronto internazionale in questo settore ci vede in prima linea al pari di organizzazioni ed enti mondiali. Ciò inoltre contribuisce a far crescere le nostre capacità e competenze, e per una volta, non ci vede relegati sempre dietro agli altri”.

Il tema dei rischi idrogeologici è sempre al centro dell’attenzione del Centro Funzionale Multirischi poiché la Calabria è un territorio molto esposto ad eventi meteo-idrologici estremi. “Perciò è necessario essere sempre aggiornati – prosegue Niccoli – sulle tecnologie utili ad una accurata fase di previsione e gestione degli eventi, sebbene occorra continuare a lavorare per la prevenzione in tempo differito. Il Centro Funzionale Multirischi proseguirà le proprie attività per stare al passo dei tempi consapevole che il confronto internazionale è da stimolo per la crescita professionale ed organizzativa”.

Commenta