Parco Avventura Reventino: il progetto e le attività work in progress · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Parco Avventura Reventino: il progetto e le attività work in progress

Il Reventino, la montagna che abbraccia la piana lametina, vede la nascita di un parco avventura che riporta nel verde quei momenti che famiglie e gruppi di amici dedicano al divertimento, allo sport e alla scoperta. Un progetto nuovo e in linea coi tempi che verrà presentato venerdì 22 marzo dal Relatore Antonio Falcone Dottore Forestale, in un incontro che coinvolgerà l’Unione dei Comuni di Monte Contessa, nella Sala Convegni a Jacurso (CZ).

Il progetto del Parco Avventura, approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Comune di Platania, è stato ideato e realizzato da una rete di associazioni: A.D.A.N. Onlus, Energie Solidali, Cooperativa sociale Inrete, Talìa Impresa Sociale e Legambiente Calabria. L’idea madre della condivisa proposta progettuale si individua nell’elaborazione di un modello ricreativo che tenga conto dell’ecosistema presente e che abbia cura e attenzione per l’ambiente naturale.

La foresta con il suo verde e la sua biodiversità diventa, dunque, il luogo dove costruire percorsi esperenziali, sportivi ed escursionistici, insieme a laboratori didattici di vario genere e per tutte le età.

In programmazione c’è un ampio range di attività che sarà possibile svolgere al parco con la guida preziosa e indispensabile degli istruttori: figure che hanno seguito una specifica formazione e che rendono gli spazi del parco alla portata di tutti e ancor più sicuri. A costellare il verde del Reventino delle caratteristiche installazioni in legno, che vanno a comporre strutture aeree e ponti tibetani. Insieme a questi percorsi “movimentati”, all’interno del bosco, ci saranno anche aree ristoro, possibili punti di osservazione, e degli appositi campus per i giovani. Campus che, in futuro, sarà possibile programmare e proporre. 

Tutti possono vivere il parco, dai bimbi più piccoli agli adulti meno avezzi all’attività fisica. Dagli sport più adrenalinici e fatti di giochi di equilibro, infatti, si può passare al trekking, all’osservazione della natura, e all’area relax.

Il bosco si fa, anche, gioco verticale e ospita un parco acrobatico che vuole rappresentare, per la comunità circostante, un polo sportivo di riferimento e un’area didattica fruibile a tutti. Per conoscere il mondo del Parco Avventura del Reventino la cittadinanza potrà partecipare il 22 marzo alla prima presentazione che avverrà a Jacurso. Presto altre informazioni sui prossimi incontri.

Commenta