Lamezia, gli studenti dell’Istituto per l’Agricoltura e Odontotecnici in diretta radio per parlare del castello lametino · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, gli studenti dell’Istituto per l’Agricoltura e Odontotecnici in diretta radio per parlare del castello lametino

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – L’Europa guida gli studenti dell’Istituto Professionale per l’Agricotura e per Odontotecnci di Lamezia Terme, a valorizzarne la bellezza storica e archeologica. 

Ieri mattina dalle ore 10.00 alle ore 12.00, un gruppo di alunni dell’Istituto Professionale per l’Agricotura e per Odontotecnici, facente parte dell’IIS Costanzo di Decollatura, che partecipano al PON Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico “La scuola per un turismo culturale e ambientale sostenibile”, accompagnati dai docenti Paola Ciriaco e Antonio Esposito, in diretta da Radio Ciack presso il Centro Commerciale Due Mari, ospiti del conduttore Franco Scalise, hanno dialogato con lo storico Matteo Scalise sulla storia del Castello, delle sue leggende, del quartiere S. Teodoro di Nicastro.

Il progetto, che si concluderà sabato prossimo con una “invasionedigitale” è stato sviluppato per avvicinare gli studenti alla conoscenza, valorizzazione e condivisione del patrimonio culturale e storico-archeologico adottando il Castello normanno di Lamezia Terme e l’antichissimo quartiere che sovrasta. Esso è finalizzato all’elaborazione di idee innovative sulla riqualificazione funzionale e sostenibile di tale patrimonio e all’ideazione di attività digitali partecipative come le Invasionidigitali o i Flash mob tra le strettissime viuzze del quartiere. In particolare, aderendo al movimento “Invasioni digitali” siorganizzerà un flash mob al Castello e nel quartiere promuovendovia internet una diffusione “virale” delle immagini interattive con lo scopo di riportare l’attenzione della città sul suo principale e poco valorizzato monumento.

Commenta

loading...