High School Game, il Liceo classico “F. Fiorentino” trionfa a Civitavecchia · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

High School Game, il Liceo classico “F. Fiorentino” trionfa a Civitavecchia

Giulia Ermio, Luca Giacobbe, Dafne Matarese, Gaia Morello: sono loro i Fantastici Quattro rappresentanti del Liceo classico “F. Fiorentino” di Lamezia Terme che ha trionfato per la categoria “classi quarte” alla sesta edizione del più grande concorso didattico che si svolge nelle medie superiori italiane, l’High School Game.

Organizzato da Planet Multimedia, il concorso ha  coinvolto oltre 100.000 studenti delle quarte e quinte classi di 400  istituti di  tutte le Regioni in un’appassionante gara che si è conclusa il 21 maggio nel porto di  Civitavecchia a bordo della Cruise Roma di Grimaldi Lines. I quattro alunni dello storico liceo lametino, accompagnati dal prof. Fulvio Leone, si sono confrontati con gli altri seicento studenti finalisti sugli argomenti trattati  nei programmi scolastici e su temi di grande attualità e importanza formativa, come la sicurezza stradale, i cambiamenti climatici, l’educazione alimentare, il “business english” e il contrasto al cyberbullismo. I vincitori, oltre all’ambito trofeo, si sono aggiudicati un viaggio a Barcellona, a cui parteciperanno gratuitamente insieme ai compagni di classe ( IV B ) ed a due docenti accompagnatori.

Intervistati al termine della gara, i ragazzi non hanno celato la propria soddisfazione.  In particolare, Luca, unico componente maschile del formidabile quartetto, esprime al meglio lo spirito di gruppo e l’umiltà attraverso i quali lui e le compagne hanno conseguito “un traguardo che ci rende felici ma ci sprona anche a lavorare sui nostri limiti”. Il prof. Vittorio Ruberto, responsabile dell’Orientamento in uscita per il Liceo “Fiorentino”, ammette di essere rimasto “piacevolmente sorpreso dalla brillante affermazione dei ragazzi, tanto più per il fatto che si è trattato della prima volta che il nostro Liceo ha preso parte a tale manifestazione.” Il docente, nell’occasione, oltre a complimentarsi con i propri allievi, ha voluto ricordare quanto sia fondamentale l’interazione tra la scuola e le Università, soprattutto quelle regionali. “Come si può leggere su uno dei cartelloni che campeggia all’ingresso dell’istituto” spiega il docente, “la nostra è una scuola pubblica calabrese. Ritengo pertanto che, nell’azione di Orientamento, si debbano promuovere prioritariamente le iniziative che partono dalle università del nostro territorio ed incentivare le iscrizioni dei nostri discenti agli atenei regionali che ormai costituiscono, in ambito nazionale e non solo, delle eccellenze consolidate nel campo della formazione. Intendo pertanto rivolgere un sincero ringraziamento ai referenti dell’High School game e dell’UNICAL che ci hanno voluto coinvolgere in questa entusiasmante  avventura e con i quali, sono certo, torneremo a collaborare”.

Il Dirigente scolastico, prof. Nicolantonio Cutuli si è detto “orgoglioso del risultato ottenuto dagli alunni. Si tratta di un successo che testimonia la bontà dell’operato di allievi e docenti in una scuola capace di coniugare tradizione e innovazione, che incoraggia e gratifica le eccellenze, garantendo una preparazione solida ai propri studenti, a prescindere dal percorso universitario che sceglieranno di intraprendere.” A tal proposito, il D.S. aggiunge che “per l’anno scolastico 2018/19, i neoiscritti avranno modo di optare per un piano di studi ancora più ricco e stimolante che prevede un’implementazione del piano dell’offerta formativa attraverso attività inerenti a diverse aree disciplinari legate alle cosiddette “curvature” giuridica, scientifica e linguistica. Inoltre, unico liceo della provincia di Catanzaro, il Fiorentino avvierà un corso di studi quadriennale che non comporterà uno svilimento o una semplificazione dell’offerta formativa ma, al contrario, permetterà solo ad alunni meritevoli e motivati di accedere con un anno di anticipo ad un mondo accademico divenuto nel tempo sempre più selettivo, dal momento che la maggior parte degli atenei assicura ormai l’accesso  ai corsi di studio solo dopo il superamento dei test d’ingresso”.

 

Commenta

loading...