Musica e poesia alla casa di riposo Tamburrelli in onore di tutte le mamme · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Musica e poesia alla casa di riposo Tamburrelli in onore di tutte le mamme

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Un momento di incontro e di condivisione che si è dipanato sul filo della nostalgia per i 68 anziani della casa di riposo Tamburrelli di via Sottotenente Notaro; tante emozioni unite a tanti ‘amarcord’ per i nonnini ospiti della struttura che sono stati i protagonisti de “Perchè di mamma ce n’è una sola”, il reading di musica e poesia ideato e promosso dall’associazione San Nicola di Pino Morabito. Un pomeriggio di versi scritti in vernacolo per ricordare il tempo che fu: la vita negli antichi vicoli, gli amori: tutto l’arco della vita con i suoi tormenti ma anche con i suoi sentimenti e le sue passioni. Per l’occasione, il gruppo teatro dell’associazione ha scelto delle poesie di Salvatore De Biase, socio onorario del sodalizio, e della professoressa Filomena Stancati, docente di materie letterarie nonché scrittrice e storica. Ad accompagnare i versi recitati dagli attori Filomena Cervadoro, Angela Isabella, Pino Mete, Maria Scaramuzzino e dallo stesso De Biase, dei brani classici eseguiti dal M° Francesco Sinopoli. La professoressa Stancati ha interpretato personalmente i suoi versi riguardanti delle particolari figure di donne appartenenti ad un passato non troppo lontano che ha riportato gli anziani della Tamburrelli agli anni della ‘beata gioventù’. Donne che erano anche madri: figure esemplari dal grande coraggio e dalla forte determinazione, che riuscivano a barcamenarsi in una miriade di difficoltà e che costituivano il ‘faro’ della famiglia.
Antonello Coclite, direttore della casa di riposo Tamburrelli, ha espresso il suo plauso per l’iniziativa voluta dall’associazione San Nicola che ha voluto organizzare la festa della mamma proprio nella struttura di via Sottotenente Notaro. “Tornate quando volete – ha detto Coclite rivolgendosi ai soci del sodalizio – regalare sorrisi e allegria a chi ha i ‘capelli d’argento’ non può che arricchire l’animo di sentimenti nobili. Il salone di questa casa sarà sempre aperto a chi vorrà incontrare questa particolare età della vita che tanto ha da insegnare ad ognuno di noi”.
Soddisfatto ed emozionato il presidente Morabito che ha assicurato: “Sicuramente l’associazione organizzerà ancora qualche altro evento a favore dei nonnini ospiti di questa casa – ha asserito il presidente del sodalizio – Il pomeriggio trascorso insieme è un altro importante tassello da aggiungere ai momenti più emozionanti e costruttivi che finora abbiamo vissuto nell’ambito delle tante iniziative che abbiamo organizzato in tanti anni di attività. Una lezione di vita unica e preziosa”.
Morabito e gli altri soci hanno donato alla struttura diretta da Coclite un’effige sacra di San Nicola di Bari.
Alla festa è intervenuto anche l’avvocato Paolo Mascaro che da sempre segue le attività dell’associazione.
L’imprenditore Salvatore Rettura, in rappresentanza dei supermercati Conad, ha offerto dei doni a tutti gli ospiti della casa di riposo.
Il sodalizio ha dedicato l’evento alla professoressa Teresa Mastroianni, già componente dell’associazione, scomparsa un anno fa per un’improvvisa e terribile malattia. Un omaggio doveroso ad una donna dalle doti straordinarie e ad un’insegnante amatissima per la sua grande preparazione e umanità.

Commenta