Lamezia, venerdì 27 presentazione del Rapporto Giovani dell’Istituto Toniolo al Liceo Campanella · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, venerdì 27 presentazione del Rapporto Giovani dell’Istituto Toniolo al Liceo Campanella

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Sarà presentato venerdì 27 aprile alle 11 al liceo Campanella di Lamezia Terme il Rapporto Giovani 2018, il dossier sulla condizione giovanile in Italia realizzato come ogni anno dall’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, ente fondatore dell’Università Cattolica, in collaborazione con il Laboratorio di Statistica dell’Università Cattolica e grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e Intesa Sanpaolo.

Dopo i saluti del dirigente Giovanni Martello e di don Fabio Stanizzo delegato diocesano dell’Associazione Amici dell’Università Cattolica, ad analizzare i dati del rapporto 2018 sarà la professoressa Rita Bichi, ordinario di sociologia generale all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Analizzando questioni centrali dell’universo giovanile come la formazione, il lavoro, le aspettative per il futuro, la fede e i valori, il Rapporto Giovani, oggi la più estesa ricerca disponibile nel nostro Paese sul mondo giovanile con dati comparabili a livello internazionale, vuole essere uno strumento per suggerire proposte sulle politiche, servizi e progettualità riguardanti le giovani generazioni del nostro Paese. Per don Fabio Stanizzo “la presentazione anche quest’anno del Rapporto Giovani nella nostra città e nella nostra Diocesi rafforza la collaborazione tra la Diocesi lametina e l’Università Cattolica del Sacro Cuore e in particolare il rapporto con il Liceo Campanella che ogni anno è una delle sedi del concorso promosso dall’Istituto Toniolo per l’assegnazione delle borse di studio agli studenti che vogliono immatricolarsi all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il Rapporto può offrire stimoli e contributi costruttivi, anche in una realtà come quella lametina e calabrese, per avviare percorsi che diano risposte alle domande e alle aspettative dei nostri giovani”.

Commenta