Il 2 marzo Corso Biennale per Difensori d’Ufficio organizzato dai penalisti lametini · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Il 2 marzo Corso Biennale per Difensori d’Ufficio organizzato dai penalisti lametini

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – La Camera Penale di Lamezia Terme comunica che venerdì 2 marzo, alle ore 16:30 presso il Tribunale di Lamezia Terme, avrà inizio il Corso Biennale per Difensori d’Ufficio organizzato dai penalisti lametini per consentire agli interessati dil i conseguire, al termine del biennio, l’abilitazione necessaria per iscriversi nel relativo elenco dei difensori d’ufficio tenuto dal Consiglio Nazionale Forense.

Il Corso si articolerà in 15 lezioni che saranno tenute da Avvocati e Magistrati lametini sugli argomenti più spinosi del processo penale, con lo scopo di fornire agli aspiranti difensori d’ufficio gli strumenti necessari per esercitare, con dignità, una tra le più nobili professioni intellettuali. Era questa l’ambizione e l’obiettivo che ha spinto l’Avv. Francesco Pagliuso a volere fortemente che anche il Foro lametino avesse una sua Scuola Territoriale ed un suo Corso per Difensori d’Ufficio, tanto da essere uno dei primi in Calabria nella loro istituzione, ed è nella prospettiva di preservare i pregevoli risultati raggiunti con l’avvio di tali iniziative di alta qualificazione e formazione professionale che la Camera Penale lametina perpetua oggi quelle idee e quei condivisi valori nella speranza di non tradirne mai lo spirito.
La prima lezione del Corso sarà tenuta venerdì 2 marzo, alle ore 16:30 nell’aula Gip del Tribunale di Lamezia, dall’Avv. Aldo Ferraro del Foro di Lamezia Terme e dal Ten. Col. t.ISSMI Gianluca Ferraro Comandante del III Gruppo Tutela Entrate del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Roma della Guardia di Finanza, che affronteranno il tema “La notizia di reato: dalle attività di ricerca ex artt. 220 e 223 disp att cpp ai successivi sviluppi procedimentali e processuali”.

Commenta