L’enogastronomia calabrese protagonista negli store americani · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

L’enogastronomia calabrese protagonista negli store americani

Prende il via oggi, con un evento di inaugurazione all’interno dello store Eataly di New York Flatiron che vedrà protagonisti Lidia Bastianich, ambasciatrice dell’enogastronomia calabrese nel mondo, insieme allo chef Rocco Iannì, una partnership speciale che Regione Calabria, per volontà del Presidente Mario Oliverio tramite il Dipartimento Internazionalizzazione, ha siglato con Eataly USA per promuovere negli Stati Uniti il meglio della tradizione e della cultura enogastronomica calabrese.

Saranno oltre 80 i nuovi prodotti della Regione Calabria che nei prossimi mesi si avvicenderanno sugli scaffali del tempio dell’enogastronomia italiana, dove locals e turisti avranno l’opportunità di conoscere ed entrare in contatto con quanto di meglio la Calabria ha da offrire in termini di produzione alimentare.

Durante il periodo della partnership, inoltre, i numerosi eventi in programma negli store Eataly in tutto il territorio americano avranno l’obiettivo di diffondere la conoscenza dell’enogastronomia calabrese, con piatti tipici che verranno proposti a rotazione nei ristoranti e ricette a base di prodotti calabresi che saranno illustrate e realizzate all’interno degli show cooking e delle lezioni di cucina che Eataly periodicamente organizza nei suoi punti vendita.

“La nostra presenza a New York negli spazi Eataly – dichiara il Presidente di Regione Calabria Mario Oliverio – si inquadra nella strategia di valorizzazione dei nostri prodotti agroalimentari e della nostra offerta enogastronomica, che abbiamo assunto e che sta determinando risultati positivi e significativi. Quest’anno, proclamato dal MIBACT anno del turismo enogastronomico, si apre non a caso con la presenza della cucina calabrese a New York, dove i nostri chef potranno esibire le loro qualità accompagnati da Lidia Bastianich, con la quale abbiamo già realizzato importanti iniziative di promozione della Dieta Mediterranea nei mesi scorsi. Nell’ambito di questa sinergia creata con Eataly – conclude il Presidente Oliverio – rientra anche la nostra presenza a FICO (Fabbrica Italiana Contadina) a Bologna, dove i visitatori provenienti da tutto il mondo hanno modo di apprezzare il meglio dell’enogastronomia regionale nell’ambito di una programmazione fitta di eventi e manifestazioni a tema che vedono protagoniste direttamente le nostre aziende.”

La Regione Calabria, terra di elezione della Dieta Mediterranea, è presente in questi giorni al “The New York Times Travel Show” con uno stand istituzionale, dove operatori del settore promuovono intriganti itinerari turistici che coniugano la scoperta del territorio al cibo e rinomati chef calabresi realizzano show cooking e degustazioni guidate delle specialità agroalimentari regionali. Va ricordato che è proprio in Calabria, a Nicòtera, che il Professor Ancel Keys, caposcuola di un nuovo stile alimentare e di benessere psicofisico, nel 1957 ha individuato la dieta che avrebbe denominato “Mediterranea”, Patrimonio Immateriale dell’Unesco. In questo settore la Calabria ha tanto da offrire con le sue antiche varietà di frutta, ortaggi e vitigni altrove perduti, giunti sino a noi conservati nelle aree interne, consegnandoci un’antica genuinità di incalcolabile valore. Non per niente oggi lo scienziato italiano Valter Longo, autore del rivoluzionario “La dieta della longevità”, ricercatore della University of Southern California (Usc) e dell’Istituto FIRC di Oncologia Molecolare (Ifom) di Milano, originario di Molochio in Calabria, non manca mai di riproporre e ribadire la valenza dell’alimentazione semplice e genuina della sua infanzia calabrese.

Il Consigliere regionale Michele Mirabello, presente a New York in rappresentanza della Regione Calabria, a tal proposito dichiara: “Grazie alla collaborazione intrapresa con Lidia Bastianich e alla sinergia creatasi con i nostri chef più innovativi, la Regione Calabria oggi può diffondere come mai prima d’ora i preziosi giacimenti culturali rappresentati dai nostri presidi Slow Food e più complessivamente dai settori enogastronomico e agroalimentare. In quest’ottica si inquadra una strategia complessiva assunta attraverso l’attività del Settore Internazionalizzazione che sta portando a risultati che lasciano ben sperare per una crescita del comparto turistico. È essenziale che i nostri operatori si facciano trovare preparati per affrontare al meglio questa sfida”.

Nel corso del 2018, sugli scaffali dei negozi Eataly negli Stati Uniti, sarà possibile trovare nuovi tipi di pasta artigianale – tra cui i filei, formato tradizionale che le donne calabresi preparavano a mano nelle loro case, dalla forma perfetta per raccogliere meglio il sugo – la cipolla rossa di Tropea IGP, il caciocavallo silano DOP, i grandi vini del territorio calabrese – come ad esempio il Cirò DOC nelle sue declinazioni rosso, bianco e rosè, il Lamezia DOC e il Savuto DOC – e prodotti dolciari quali la liquirizia di Calabria DOP, il torrone di Bagnara IGP e le composte a base di fichi dottati di Cosenza DOP. Non mancheranno infine le creme piccanti a base di peperoncino, l’olio extra vergine di oliva, re della tavola in Calabria e segreto di longevità, e molti altri prodotti che rappresentano il meglio dell’agroalimentare calabrese. Il calendario delle iniziative che Regione Calabria e Eataly USA hanno ideato per celebrare l’enogastronomia della regione sarà inoltre supportato, nel corso dei prossimi mesi, da diverse campagne volte a valorizzare di volta in volta tutti i prodotti e la loro unicità, secondo tematiche specifiche e la ciclicità delle stagioni.

“Siamo orgogliosi di poter promuovere una terra così ricca di storia, cultura e natura attraverso più di 80 nuovi prodotti agroalimentari che fino ad ora erano alla portata solamente di coloro che visitavano la Calabria” dice Dino Borri, VP degli Acquisti di Eataly USA.

“Da oggi cinque negozi Eataly e quattro città americane, New York, Chicago, Boston e Los Angeles, saranno la vetrina per assaporare le prelibatezze calabresi, attraverso il mercato, la cucina e le lezioni.”

A fare da madrina all’evento di inaugurazione della partnership sarà Lidia Bastianich, ambasciatrice dell’enogastronomia calabrese nel mondo, che racconterà quanto ha scoperto nel corso dei suoi recenti viaggi in Calabria alla ricerca delle migliori produzioni agroalimentari del territorio e descriverà al pubblico presente i piatti che saranno realizzati dallo chef calabrese Rocco Iannì, che si cimenterà nella preparazione di due ricette con l’utilizzo di alcuni rinomati prodotti tipici: scialatelli con ‘nduja e involtini di pesce spada con granella di torrone di Bagnara IGP ed emulsione di olio extra vergine di oliva e bergamotto di Reggio Calabria DOP, un agrume unico al mondo che cresce soltanto in una ristretta zona della costa ionica di Reggio Calabria.

“La Calabria è una regione ricchissima di bellezze e di prodotti enogastronomici di eccellenza – dichiara Lidia Bastianich. Dalla ‘nduja al caciocavallo, passando per la liquirizia e il bergamotto, sono convinta che i cibi trendy di questo 2018 saranno proprio quelli calabresi. Non è un caso, del resto, che gli straordinari prodotti agroalimentari provenienti dalla Calabria siano sempre più al centro dell’attenzione degli appassionati americani, per il loro essere al tempo stesso salutari e incredibilmente succulenti. E grazie alla nuova partnership siglata fra la Regione ed Eataly, questa tendenza avrà senz’altro modo di consolidarsi ulteriormente nel corso dei prossimi mesi”. 

Commenta

loading...