Nuovo bando del PSR Calabria a sostegno delle start-up innovative in ambito extra-agricolo · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Nuovo bando del PSR Calabria a sostegno delle start-up innovative in ambito extra-agricolo

lunedì 27 novembre 2017

Il Dipartimento “Agricoltura e Risorse Agroalimentari” rende noto che è stato pubblicato un nuovo bando relativo alla Misura 6 del PSR Calabria 2014/2020, Intervento 6.2.1 “Aiuto all’avviamento per nuove attività non agricole nelle aree rurali”, annualità 2017.
Ancora una volta, quindi, il Programma di Sviluppo Rurale si adopera per il sostegno alle start-up innovative nelle aree rurali in ambito extra- agricolo, con un premio forfettario di 50.000 Euro.
Si tratta di un bando di grande importanza, con il quale il PSR mira a rafforzare il sistema economico delle aree rurali, attraverso il sostegno di nuove attività imprenditoriali extra-agricole e la creazione quindi di nuove opportunità occupazionali e d il miglioramento dei redditi familiari. In particolare si punta a supportare una nuova imprenditorialità, che si avvalga dell’innovazione tecnologica, ed in maniera particolare i giovani e le fasce più deboli. Sempre centrale, quindi, per il PSR Calabria, la multifunzionalità delle aziende agricole e la diversificazione delle attività economiche, strumenti utili non solo per far girare l’economia della regione, ma anche rivolti al welfare ed al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni delle aree rurali.
Il nuovo bando della Misura 6.2.1, ha una dotazione finanziaria di 2.850.000 Euro (a fronte dei 3.500.000 del primo bando).
I piani aziendali dovranno essere caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, essere mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata, mirati allo sviluppo dei servizi alla persona. I settori interessati riguardano l’ambiente e la green economy, le soluzioni innovative per la riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio, la bioeconomia, la bioedilizia, i servizi Tic, i servizi sociali e l’artigianato e la manifattura innovativi. Le domande dovranno essere presentate attraverso il portale Sian entro il 31 gennaio 2018.
“Quello delle start–up innovative in ambito extra-agricolo – ha affermato il Presidente Oliverio – è un bando molto interessante, attraverso il quale il PSR offre, in particolare alle nuove generazioni, la possibilità di esprimere la propria inventiva e creatività e di poter realizzare un progetto, con il sostegno delle risorse comunitarie. Non solo un aiuto ai giovani, quindi, ma anche alle aree rurali calabresi, che hanno bisogno di nuova linfa vitale e di servizi alla persona che stiano al passo con i tempi”.
“Dall’istruttoria del primo bando delle start -up, pubblicato lo scorso mese di maggio – ha affermato il Consigliere regionale con delega all’Agricoltura Mauro D’Acri – sono risultate finanziabili quattro idee progettuali, mentre altre nove sono in fase di riesame. Si tratta di un allevamento di cane pastore della Sila, un’agenzia di eventi, una sartoria digitale ed una web tv mobile. Tutte idee nuove che potranno essere presto realizzate grazie alle risorse del PSR”. 

loading...