Al corso di autodifesa femminile la psicologa Maria Concetta Cristiano · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Al corso di autodifesa femminile la psicologa Maria Concetta Cristiano

domenica 26 novembre 2017

Il secondo appuntamento il corso gratuito di “Autodifesa femminile” organizzato dal Comitato Provinciale Asi di Catanzaro diretto da Fernando Giacomo Isabella, dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Lamezia Terme e dal Maestro Claudio Papatolo, ha puntato i riflettori sul tema “Violenza sulle donne, aspetti psicologici del fenomeno”, trattato con estrema dovizia dalla psicologa Maria Concetta Cristiano.

“Non passa giorno- ha affermato la dottoressa- che giornali e tv, riportino un nuovo atto di violenza verso le donne. Violenza che si traduce, purtroppo, in gravi lesioni oppure in omicidio. I primi segnali sono la gelosia soffocante e morbosa, voler sapere tutto dell’altro, il frequente uso dei termini offensivi, maltrattamenti psicologici, umiliazioni, scatti di rabbia improvvisi ed imprevedibili. Ciò rappresenta, senza dubbio, il primo gradino di una pericolosa escalation. L’amore non si può nutrire con il minimizzare delle gravità, oppure accettarle nell’illusione che con il tempo tutto possa cambiare o credere nella promessa del “non succederà mai più”. Tale comportamento non conduce certamente a nessuna soluzione. Un primo schiaffo oppure un primo insulto sono segnali sufficienti per sottrarsi ad una relazione patologica”.

L’attenzione della psicologa si è successivamente spostata sull’autostima che è la:” misura di quanto riteniamo di valere. Se riteniamo di essere importanti ci chiederemo perché dobbiamo ingiustamente subire un’aggressione. Il target primario- ha proseguito- è sviluppare una logica della prevenzione dell’aggressione. Prevenire significa conoscere il fenomeno, capire come nasce e come si sviluppa. Il modo migliore per prevenire è avere la consapevolezza di come noi “funzioniamo”, di quali risorse disponiamo e di come possiamo metterle a frutto in modo che possano tornarci utili”. Il programma del corso prevede, dopo i due incontri formativi, tre lezioni con il metodo Security Woman, che nasce dallo studio e dalla conoscenza perseguiti in venticinque anni di apprendimento e pratica di discipline diverse da parte del Maestro Claudio Papatolo. L’appuntamento con Security Woman: il metodo di difesa ideato solamente per le donne, è per venerdì 1 dicembre alle ore 18.00 a Palazzo Nicotera.

loading...