All’Università Mediterranea convegno scientifico sulla cybersecurity · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

All’Università Mediterranea convegno scientifico sulla cybersecurity

lunedì 28 agosto 2017 - 13:07
Print Friendly, PDF & Email

REGGIO CALABRIA – L’Università Mediterranea di Reggio Calabria ospiterà un evento scientifico internazionale.
Si tratta della 12ma edizione del convegno scientifico sulla cybersecurity “ARES 2017, 12th International Conference on Availability, Reliability and Security” organizzato da SBA research (Vienna) e dalla stessa Università Mediterranea.
La tre giorni prenderà il via il 29 agosto, alle 19 e 30, con una cerimonia di apertura che si terrà presso Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria. All’evento di benvenuto Prenderanno parte l’On. Enza Bruno Bossio, per un breve intervento sulla tematica della cybersecurity dal punto di vista legislativo -governativo in Italia; il Rettore dell’Università Mediterranea, Pasquale Catanoso. Rappresenterà l’Amministrazione, per il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il Consigliere delegato Antonino Castorina.
Il convegno si terrà presso l’Aula Magna Quistelli dell’ateneo regino, e avrà inizio il 30 agosto, alle ore 9, con una relazione del Direttore dell’Unità su Identità Digitale, Trust e Cybersecurity della Commissione Europea, Andrea Servida; e si concluderà il primo settembre. General Chair della Conferenza Francesco Buccafurri, Professore di Sicurezza Informatica presso il Dipartimento DIIES dell’Università Mediterranea di Reggio.
“Sono lieto che la nostra città possa ospitare un così importante evento, di rilevanza mondiale – sono le parole del Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà -. Dopo 11 anni di attività, che hanno portato il meeting itinerante a toccare tappe come Salisburgo (Austria, 2016), Tolosa (Francia, 2015), Fribourg (Svizzera, 2014), sarà Reggio Calabria ad accogliere gli oltre 200 i partecipanti provenienti da tutto il globo, perlopiù ricercatori e studiosi appartenenti al mondo universitario. I temi trattati saranno di grande rilevanza ed attualità, dunque non posso che augurare a tutti i partecipanti buon lavoro”.

loading...