Consegnata la Fiat Panda che il Centro Commerciale Due Mari e il Comune di Maida hanno donato ad Amatrice. “A chi ama Dio tutto è possibile” il messaggio che arriva dalla Calabria · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Consegnata la Fiat Panda che il Centro Commerciale Due Mari e il Comune di Maida hanno donato ad Amatrice. “A chi ama Dio tutto è possibile” il messaggio che arriva dalla Calabria

giovedì 27 luglio 2017

Ha percorso circa 640 Km la Fiat Panda che martedì mattina è partita dal Centro Commerciale Due Mari per raggiungere il comune di Amatrice. L’auto è stata donata dal comune di Maida e dal Centro Commerciale in segno di solidarietà e vicinanza a questo popolo martoriato quasi un anno fa dal terremoto che ha lasciato dietro di sé centinaia di vite spezzate e tanta distruzione. A bordo l’Amministratore del Centro Commerciale Due Mari, dott. Antonio Domenico Mastroianni, il direttore del Consorzio, dott. Giovanni Ricciardi, l’assessore alle politiche Sociali del Comune di Maida Sabrina Fiumara e il consigliere comunale Paolo Pileggi.
7 ore di viaggio verso una terra alla quale la natura ha voluto mostrare il suo lato più crudele accompagnati da un grande messaggio “A chi ama Dio tutto è possibile”. La citazione di San Francesco di Paola, patrono della Calabria, è infatti scritta sul cofano dell’auto e porta con sé un messaggio importante. A spiegarlo durante l’incontro con il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi al quale sono state consegnate le chiavi della vettura è stato il dott. Mastroianni. “Una frase – ha detto – dal significato immenso quella che abbiamo voluto portare qui attraverso le parole del nostro Santo paolano che ogni giorno la utilizzava per dare conforto a chi stava male, a chi doveva superare degli ostacoli. Questo, oggi, vuole essere anche il nostro messaggio di conforto per tutti coloro che hanno visto le vite dei propri cari spezzarsi e hanno perso tutto in pochi interminabili secondi. È vero che noi ogni giorno superiamo gli ostacoli con la forza che abbiamo dentro – ha sottolineato Mastroianni – ma se noi a questa forza accomuniamo la fede e l’amore in Dio, ecco allora che tutto è davvero possibile. Abbiamo fatto tanta strada perché vi portiamo nel cuore in Calabria e vi porto un messaggio sincero da parte di tutti gli operatori del Centro Commerciale Due Mari che hanno compiuto questo sforzo per dare sì un auto, ma soprattutto un affettuoso abbraccio a tutta la comunità”.

Un’aria carica di sofferenza è quella che si respira fra le strade di Amatrice e che si respirerà ancora per molto tempo, ma oggi in questo luogo le cui ferite dei cuori sono palesate da quelle visibili per le strade non c’è solo questo, c’è molto di più: c’è forza, c’è speranza, c’è l’orgoglio e l’unione di tutto un paese che lotta ogni giorno per rialzarsi e per sorridere ancora. Sono questi i sentimenti a cui fa appello il sindaco Pirozzi che in questi mesi ha lavorato duramente insieme a tutti i suoi concittadini per risollevare le sorti dell’intera comunità. “Vorrei sottolineare il grande gesto di solidarietà da una terra, la Calabria, che come la nostra è una terra difficile, abituata a combattere giornalmente contro il disinteresse”, così il sindaco nel ringraziare per il dono ricevuto. “Questa automobile rappresenta un segno di grande vicinanza. Certo l’automobile cammina se ci metti il carburante, ma noi da 11 mesi a questa parte abbiamo avuto il carburante più importante – ha precisato – quello del mondo della solidarietà per cui ogni giorno andiamo avanti. Per questo gesto vi ringrazio, perché Maida è un comune piccolo ma fatto di grandi persone. Ringrazio il Centro Commerciale Due Mari – ha continuato il sindaco – perché credo che non fosse obbligo di nessuno pensare ad Amatrice. Tutto questo rafforza quel senso di grande solidarietà che noi abbiamo: è vero che parliamo dei dialetti diversi ma è anche vero che parliamo un’unica lingua universale che è quella della vicinanza e dell’amicizia, perché come gli amici veri si vedono nel momento del bisogno oggi così la vostra terra, il vostro comune e il Centro Commerciale Due Mari hanno fatto qualcosa per noi per cui diventano dei nostri cari amici. I messaggi come quello che oggi avete portato direttamente qui – ha concluso Pirozzi dopo aver ricevuto le chiavi della Fiat Panda e soffermandosi sulla citazione di San Francesco di Paola – devono rappresentare la voglia di rialzarsi, di essere degli sfrattati a tempo, perché chi è terremotato dentro è terremotato tutta la vita e non ce lo possiamo permettere”.

È stata una giornata intensa quella vissuta ad Amatrice vedendo quanto dolore c’è ancora negli occhi delle persone, ma di certo non l’abbandono, non la sconfitta. C’è la forza di tutta una comunità che non si è arresa e c’è l’unione, la fratellanza di chi come il Centro Commerciale Due Mari e tutti i suoi operatori, il comune di Maida e non solo tende una mano e il proprio cuore. “Noi siamo con voi – è stato il messaggio dell’assessore Sabrina Fiumara – e siamo vicini anche agli altri paesi che hanno subito il terremoto e le tante perdite che ha provocato”.

loading...