L’isola verde come Hollywood: si chiude con successo l’Ischia Global Fest · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

L’isola verde come Hollywood: si chiude con successo l’Ischia Global Fest

lunedì 18 luglio 2016 - 18:52
Print Friendly, PDF & Email

ironspremioISCHIA (NAPOLI) – Pioggia di stelle nel cielo ischitano, in anticipo sulla notte di S. Lorenzo. Dal 10 al 17 luglio ad Ischia si è appena chiusa una settimana all’insegna della cultura e del cinema internazionale. Più di 100 i personaggi di questa 14esima edizione dell’Ischia Global Film & Music Fest che ha visto gli occhi del mondo intero puntati sul “Paradiso del Mediterraneo”; ma forse sarebbe più corretto dire che il mondo intero cinematografico e cioè quello fatto di addetti ai lavori, sceneggiatori, attori, registri, doppiatori, esponenti del mondo dell’imprenditoria e dell’industria, si è spostato sull’Isola Verde per un’intera settimana.

Dal 10 al 17 luglio infatti si è tenuta una delle rassegne che da qualche anno a questa parte sta emergendo come tra le più apprezzate del mondo nel cinema e della musica. Pascal Vicedomini, è il “Deus ex machina” di queste serate incredibili che hanno coinvolto gli isolani, i turisti italiani e stranieri che hanno potuto così respirare un’atmosfera davvero ‘hollywoodiana’. Personaggi ed artisti che hanno letteralmente fatto girare la testa ai fans più scatenati pronti ad inseguirli da un capo all’altro dell’isola per le proiezioni delle anteprime cinematografiche come, Cell tratto da Stephen King, oppure per il concerto di Clementino o ancora, per l’applauditissimo Kendall Smith star della serie tv, Big Time Rush e dell’omonimo gruppo musicale.

Artisti da vero “red carpet” che hanno trovato accoglienza nell’albergo per eccellenza, il Regina Isabella di Lacco Ameno creato dal produttore Angelo Rizzoli e che da sempre è simbolo della vita mondana ischitana.

Il Festival fondato e prodotto da Pascal Vicedomini, promosso dall’Ischia International Arts Academy ha visto tavole rotonde, conferenze, proiezioni cinematografiche, non ha disdegnato temi sociali come il Social cinema forum sul tema della diversità con Cheryl Boone Isaacs e Neil Portnow, presidenti rispettivamente degli Oscar e dei Grammy. Il Festival è stato presieduto quest’anno da Kerry Kennedy figlia di Robert, scrittrice ed attivista per i diritti umani, fondatrice della “Robert F.K. Center Human Rights”. Già in passato Ischia Humanitarian Award ha avuto come ambasciatori personalità come Vanessa Redgrave, Sting, Paul Allen. Presente poi accanto a Kerry Kennedy, Lina Sastri (neo socia onoraria dell’Accademia Internazionale Arte Ischia) e la supermodella tunisina Rim Saidi (madrina). Le attività si sono svolte nei luoghi più belli e suggestivi dell’isola, da Lacco Ameno a Forio, da Casamicciola a Ischia Porto ed Ischia Ponte antico borgo isolano.

zuccheroDanny De Vito, Dionne Warwick, Zucchero, Gianfranco Rosi, Laura Morante, Valeria Bruni Tedeschi, Claudio Bisio, Danny Glover, Tim Robbins, i premi Oscar: Jeremy Irons, Barry Morrow, Vittorio Storaro, sono solo alcuni dei prestigiosi ospiti che hanno reso un successo questa manifestazione e che hanno mostrato grande disponibilità ad incontrare il pubblico, di volta in volta, nei vari appuntamenti. Ad inaugurare la manifestazione al Regina Isabella il 10 luglio è stato proprio il simpatico Danny De Vito con l’anteprima europea del film Wiener-Dog di Todd Solondz (Luky Red), premiato con l’Ischia Legend Award- King of comedy 2016.  Con lui, in una serata di festa nel segno della pace e della solidarietà, ci sono stati la celebre cantante Dionne Warwick  premiata con il “William Walton Legend Award”, Zucchero Fornaciari che ha ricevuto l’Humanitarian Award per la canzone scritta con Bono Vox  ‘Streets of surrender – SOS’  pubblicata all’indomani della strage del Bataclan; Paolo Genovese, autore e regista di “Perfetti sconosciuti” con i suoi produttori.

Presente anche Danny Glover, popolare attore sempre in prima fila nelle battaglie per l’eguaglianza e i diritti umani e per il cinema italiano festeggiate Laura Morante e Valeria Bruni Tedeschi che ha ritirato il premio come attrice dell’anno 2016, nonchè i registi dell’anno Gianfranco Rosi e Gabriele Mainetti.

Il 12 luglio invece i riflettori tutti puntati sul quasi 70enne Jeremy Irons, premio Oscar nel ‘91, ambasciatore Fao, passato alla storia del cinema per le sue brillanti interpretazion,i basti pensare a “Mission”, che ha ritirato l’Ischia Luchino Visconti Legend Award, premio legato alla figura del maestro del neorealismo a 40anni dalla sua morte e che proprio sull’isola, lasciò innumerevoli ricordi come la splendida villa in stile liberty, “La Colombaia” diventata fondazione e museo del regista che l’abitò.

Ischia Award 2016 anche per Riccardo Scamarcio, Claudio Bisio, Cristiano De Andrè, Tony Renis, Clementino, il regista Claudio Genovesi e per la talentuosa giovane attrice Greta Scarano premiata appunto come rivelazione dell’anno per il film “Suburra”.

robbinsChiusura con il botto poi per la presenza del premio Oscar Tim Robbins, attore regista e sceneggiatore statunitense. Candidato al premio Oscar come miglior regista nel 1996 per Dead Man Walking – Condannato a morte, ha vinto l’Oscar come miglior attore non protagonista nel 2004 per la sua interpretazione in Mystic River di Clint Eastwood. Robbins ha ricevuto, l’Ischia Legend Award 2016 dopo aver dedicato una toccante poesia alle vittime della strage di Nizza.

Si chiude così questo ennesimo successo isolano a dimostrazione che le forze imprenditoriali e culturali se animate dal comune sentire, dalla passione per l’arte e la cultura, possono raggiungere obiettivi di grande rilievo. Simbolo di queste giornate lo schermo gigante che ha dominato una delle baie più belle di sempre e che ha visto l’accesso gratuito di un pubblico sempre più incuriosito e partecipe, incentivato dalla presenza degli artisti.
Ischia per una settimana ha rivissuto i fasti di quando accoglieva divi come Elizabeth Taylor e Richard Burton che qui hanno girato Cleopatra o cantanti del calibro di Mina, o imprenditori come Gianni Agnelli che qui trascorreva le vacanze, oppure di Angelo Rizzoli innamorato dell’isola e che, con il regista Luchino Visconti, ne fece la propria casa.

Luisa Loredana Vercillo

loading...