Festa Ss. Pietro e Paolo, a Lamezia da più di 160 anni la Fiera della Cipolla · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Festa Ss. Pietro e Paolo, a Lamezia da più di 160 anni la Fiera della Cipolla

lunedì 27 giugno 2016

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Anche quest’anno la tradizione della Fiera della Cipolla, è ritornata a colorare ed arricchire piazza Mazzini di Lamezia Terme nei giorni di festa per i Santi Pietro e Paolo, Patroni della città.
La prima fiera della cipolla lametina risale al 1850 ed è da allora, che i produttori di questa peculiarità agricola calabrese, si ritrovano ogni anno, durante una tre giorni di festa, cultura e gusto.
Per l’edizione 2016 sono sette i banchi allestititi e le cipolle esposte, personalizzate nella stagionatura e intrecciatura da ogni singolo venditore. Le cipolle provengono dalla frazione lametina di Francica e da terreni limitrofi, dove la presenza di un terreno ghiaioso ne favorisce la coltivazione che necessita di terreno leggero e ben drenante, che impedisca ristagni idrici e dunque, la marcitura della pianta.
Accanto alla cipolla, protagonista è “l’aglio rosa”, altra eccellenza lametina che si contraddistingue per determinate caratteristiche quali le dimensioni medie, il colore rosa del suo interno ed un profumo intenso.
Questa fiera nasce dalla necessità – spiega il Signor Gaetano, uno degli ambulanti stazionatosi in piazza – di promuovere, valorizzare e tutelare dalle imitazioni, la produzione di cipolla lametina, oggi sacrificata da una scarsa conoscenza e dall’influenza di una comunicazione pubblicitaria che pone la qualità tropeana come l’IGT per eccellenza.
La presenza di tanti produttori come protagonisti della festa della cipolla – ha dichiarato il Sindaco Mascaro – testimonia la valenza gastronomica e storica di una tradizione che nonostante le difficoltà dell’oggi, si rinnova ogni anno con vivacità economica e di folclore, resistendo ad una modernità che vittima del tempo e distratta dal progresso tecnologico, dimentica a volte, il suo vitale passato. –
A tutti gli organizzatori va il plauso dell’Amministrazione Comunale per l’impegno profuso – continua il sindaco – ed a tutti i lametini, l’invito a partecipare facendosi promotori dello storico evento.
La festa della cipolla – ha dichiarato l’Assessore alle attività produttive, Angelo Bilotta – è una tradizione locale che deve essere difesa, tramandandola ai più giovani e che dovrà trovare grazie al progetto comunale degli orti sociali, espressione regionale e valorizzazione nazionale.

loading...