Prima edizione degli “Incontri Oftalmologici Lametini” ad Amantea · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Prima edizione degli “Incontri Oftalmologici Lametini” ad Amantea

sabato 20 febbraio 2016 - 12:56
Print Friendly, PDF & Email

imageAMANTEA (COSENZA) – Con la responsabilità scientifica del responsabile dell’unità operativa Oculistica del presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, dott. Alfonso Durante, si è tenuta in un hotel di Amantea la prima edizione degli “Incontri Oftalmologici Lametini”.
All’incontro ha portato i saluti della Direzione Strategica il Direttore generale dell’ASP di Catanzaro, dott. Giuseppe Perri, che ha sottolineato la qualità dell’apporto scientifico dei numerosi relatori e messo in evidenza la produzione chirurgica dell’equipe della struttura complessa di Oculistica del Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme.”
Alla manifestazione, di alto valore scientifico hanno partecipato oftalmologi di risonanza nazionale e internazionale, tra questi i relatori Prof. Francesco Maria Bandello, direttore unità operativa Oculistica dell’ospedale “San Raffaele” di Milano, Prof. Giuseppe Querques, giovane ricercatore che ha lasciato la cattedra in Francia per rientrare in Italia, il Prof. Demetrio Spinelli, presidente della società italiana di Oftalmologia legale ed altri oftalmologi di chiara fama scientifica.
Numerose le patologie che sono state trattate nel congresso da medici chirurghi specializzati in Oftalmologia e ortottisti/assistenti di Oftalmologia, come l’edema maculare diabetico, la degenerazione maculare senile, le occlusioni venose retiniche, la degenerazione maculare miopica e la sindrome dell’interfacies vitreo retinica, che rappresentano delle gravi complicanze oculari che colpiscono le persone. Queste patologie possono causare danni gravi alla visione in quanto vanno a colpire la parte centrale della retina responsabile della vista. Inoltre queste patologie sono in aumento nei paesi tecnologicamente avanzati per l’aumento degli anni di vita e per le migliori condizioni della qualità della vita. In particolare, secondo l’OMS, la retinopatia diabetica rappresenta la causa principale di cecità delle persone in età lavorativa nei paesi tecnologicamente avanzati, inoltre dai dati risulta un continuo aumento del diabete in questi paesi. Quindi le patologie trattate sia per l’aumentata aspettativa di vita e sia per un aumento del diabete nei paesi occidentali rappresentano patologie di notevole rilevanza sociale sia per il numero delle persone interessate sia per l’aumentato costo economico per ogni nazione.
L’obiettivo del congresso è stato quello di aggiornare gli oftalmologi sulla terapia intravitreale sia con anti-VEGF sia con cortisonici alla luce delle nuove esperienze cliniche e scientifiche analizzare i vantaggi, le modalità terapeutiche, i limiti legati all’efficacia delle cure e la durata del loro effetto per intervenire più precocemente possibile in maniera più razionale e scientifica nelle scelte terapeutiche per ridurre al minimo i danni delle sopracitate patologie.
Il Corpo docente di cui si sono avvalsi i partecipanti è stato composto anche dagli specialisti Dott. Francesco Abramo, Dott. Franco Delfino Cosimo, Dott. Bruno Falcomatà, Dott. Piero Fontana, Dott. Claudio Furino, Dott. Ugo Introini, Dott. Amedeo Lucente, Dott.sa Gisella Maestranzi, Dott. Tommaso Micelli Ferrari, Prof. Vincenzo Scorcia, Dott. Antonio Acquaviva.

loading...