Amalia Bruni tra i componenti del comitato tecnico-scientifico del Consiglio Superiore di Sanità · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Amalia Bruni tra i componenti del comitato tecnico-scientifico del Consiglio Superiore di Sanità

sabato 14 novembre 2015

imageLAMEZIA TERME (CZ) – Prestigioso incarico per la neurologa Amalia Cecilia Bruni, direttore del Centro Regionale di Neurogenetica di Lamezia Terme che entra a far parte del Comitato Tecnico Scientifico del Consiglio Superiore di Sanità, che com’è noto, ha tra suoi compiti quello di supportare il Ministero della Salute nelle scelte di politica sanitaria.
La nomina è avvenuta, su indicazione del Presidente Mario Oliverio, nel corso della Conferenza Stato-Regioni svoltasi recentemente a Roma.
L’ importante riconoscimento per la professoressa Bruni giunge a coronamento di anni di duro e intenso lavoro nell’ambito dell’attività clinico assistenziale e di ricerca nel settore delle malattie neurodegenerative, in particolare sulla malattia di Alzheimer, attività in cui, in oltre venti anni, ha ottenuto importanti risultati. A lei e al suo team si devono importanti scoperte, molte delle quali sono state possibili grazie anche al meticoloso lavoro di ricostruzione di alberi genealogici in cui si trasmettono malattie geneticamente determinate.
La notizia della nomina della professoressa Amalia Cecilia Bruni quale membro del Comitato Tecnico Scientifico del Consiglio superiore di Sanità ha incontrato la soddisfazione non solo della comunità di Lamezia, ma della maggior parte dei calabresi e della comunità scientifica in generale.
Particolarmente soddisfatto per il prestigioso incarico il Commissario straordinario dell’ASP di Catanzaro Giuseppe Perri il quale, nell’apprendere la notizia ha voluto sottolineare “le grandi doti umane e professionali di una donna che ha fatto del suo lavoro una vera e propria missione, dedicandosi con tenacia e passione allo studio delle malattie neurodegenerative, per offrire un valido contributo alla ricerca internazionale. Il suo percorso professionale costituisce motivo di orgoglio per l’Azienda sanitaria, la regione Calabria, il Paese tutto”.

loading...