Bruno Ruberto (UIL FPL): “I lavoratori LSU sono una risorsa importante ed insostituibile” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Bruno Ruberto (UIL FPL): “I lavoratori LSU sono una risorsa importante ed insostituibile”

giovedì 8 ottobre 2015

bruno_rubertoLAMEZIA TERME (CZ) – In merito alla pesante vertenza che ha investito la problematica dei lavoratori LSU del Comune  di Lamezia Terme, a seguito della denuncia della UIL FPL Calabria, l’Assessore Massimiliano Carnovale ha convocato tutte le OO.SS. per comunicare la posizione della Giunta Municipale.
“La UIL FPL Calabria – si legge nella nota diffusa da Bruno Ruberto, Coordinatore UIL FPL Catanzaro – avendo chiesto un incontro urgente sull’argomento, nel prendere atto della  tempestività della convocazione, ha apprezzato la sensibilità dell’Assessore al personale che, prima di entrare nel merito della problematica, ha fornito a tutte le Organizzazioni Sindacali la documentazione completa  relativa ai  lavoratori LSU.
In verità, nonostante la presenza all’incontro anche del Dirigente al Personale, D.ssa Bambara, sarebbe stata opportuna, tecnicamente utile e necessaria anche la presenza del Segretario Generale D.ssa Chirico, considerata la complessità degli argomenti trattati e il ruolo gestionale apicale che la stessa ricopre per le funzioni demandate dalla Legge e dai Regolamenti.
Nel merito della vertenza, le proccupazioni che la UIL FPL Calabria ha da tempo esternato, si sono purtroppo rilevate fondate: infatti nell’incontro, sono state illustrate dall’Assessore Carnovale e contestualmente confermate dal Dirigente al Personale D.ssa Bambara, le fasi salienti di una vicenda complessa e delicata che interessa 13 Lavoratori Socialmente Utili, informando per la prima volta le OO.SS. che il Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, ha posto come divieto assoluto e inderogabile alle assunzioni dei lavoratori il mancato rispetto dei tempi di pagamento dei debiti ai creditori (previsto dal D.L. n. 66 del 24.4.2014) e pertanto, in conseguenza delle inadempienza del Comune, si dovrà procedere alla risoluzione dei contratti in essere a suo tempo sottoscritti con i lavoratori LSU, con il conseguente e negativo  rientro degli stessi nel bacino regionale dei LSU.
La UIL FPL Calabria ha ribadito fermamente la propria posizione contraria, facendo emergere un elemento incontrovertibile: se i lavoratori LSU sono stati contrattualizzati dalla precedente Amministrazione il 30 dicembre 2014, in pieno regime applicativo del citato D.L.66/2014, come è possibile che lo stesso Dirigente che allora ha contrattualizzato i LSU,  oggi, a soli tre mesi dalla scadenza naturale, dichiara convintamente che bisogna rescindere subito i contratti di lavoro?
La UIL FPL Calabria non vuole pensare che il Comune voglia rimediare a proprie responsabilità amministrative e patrimoniali, danneggiando ulteriormente i Lavoratori Socialmente Utili che vedono svanire ogni possibilità di stabilizzazione, precisando che in tal caso l’Ente dovrà comunque accollarsi la responsabilità delle verifiche ministeriali, delle immancabili contestazioni e di tutto ciò che ne consegue in caso di vertenze e spese legali.
La UIL FPL Calabria ritiene – conclude la nota – che, qualunque siano le determinazioni che l’Amministrazione intenderà adottare, si deve  tenere prioritariamente conto che i Lavoratori LSU, da tempo in servizio nell’Ente, sono una risorsa importante ed insostituibile e che gli stessi non hanno alcuna responsabilità in merito alle procedure adottate e agli emolumenti percepiti, dichiarando fin da ora, come ribadito nell’incontro, che la UIL FPL Calabria metterà a disposizione dei lavoratori LSU che ne faranno richiesta, tutta la documentazione in possesso e il supporto sindacale necessario”.

loading...