Confartigianato Kr e Cz, urgentissimo costituire società unica di gestione aeroporti calabresi sotto guida Regione · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Confartigianato Kr e Cz, urgentissimo costituire società unica di gestione aeroporti calabresi sotto guida Regione

mercoledì 19 agosto 2015

aeroporto_lameziaCROTONE – Quello che sta succedendo in Calabria nell’ambito della mobilità aerea pone un problema serissimo che in autunno potrebbe scoppiare e causare conseguenze gravi se la Regione Calabria non dovesse adottare i rimedi giusti entro e non oltre il prossimo mese di settembre. Non possiamo far finta di niente per poi preoccuparci quando è difficile provvedere.
Alla luce di quello che sta succedendo in questi giorni nella gestione dell’aeroporto di Lametia, il ritiro del potenziale nuovo socio di maggioranza per l’aeroporto di Crotone e la situazione non certo ottimale di Reggio Calabria, impone al Governatore Oliverio una presa di posizione decisa onde evitare che entro la fine dell’anno potremo ritrovarci in grandissime difficoltà per assicurare una discreta mobilità ai calabresi.
Gli aumenti imponenti dei passeggeri all’aeroporto di Crotone, dimostrano che ci sono le condizioni ottimali per costituire quella benedetta società aeroportuale calabrese onde mettere tutta la Regione nelle condizioni di usufruire di un servizio che è divenuto indispensabile per tutti i nostri corregionali.
Le difficoltà delle società di gestione attuali, provincia per provincia, dimostrano che il percorso annunciato da Oliverio nei mesi scorsi ( SOCIETA’ UNICA) era quello ottimale, oggi non comprendiamo il motivo per cui non se ne parla più. Non possiamo sempre operare in emergenza con risultati poi non sempre soddisfacenti, sarebbe proprio il caso di agire subito e con molta incisività. Dobbiamo eliminare, una volta per tutte, quel campanilismo che in questi anni ha imperversato pesantemente e i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Noi, è da anni che sosteniamo che c’è la necessità, non più procrastinabile per nessuna ragione, di dare risposte concrete per il futuro del nostro territorio, garantendo da un lato una adeguata mobilità ai cittadini, dall’altro anche la giusta sicurezza ai dipendenti del posto di lavoro di tutte le società operanti oggi in Calabria che vivono, chi di più chi di meno, in una inquietante incertezza.
Finalmente, dopo aver registrato negli anni scorsi silenzi allarmanti da tantissimi nostri esponenti politici nazionale e regionali, nei mesi scorsi il Presidente Oliverio aveva manifestato la volontà di passare ad una gestione unitaria degli aeroporti calabresi con la Regione impegnata in prima linea, attraverso un unico piano di investimento. Oggi, purtroppo lo stesso Oliverio, non parla più di questo percorso ma nel contempo restano tutti insoluti i problemi delle società di servizio, chi per un verso chi per l’altro, le quali sicuramente non danno le giuste garanzie ai Calabresi per un servizio che definirlo vitale è poca cosa.
Auspichiamo che i nostri Amministratori regionali si sveglino da questo letargo ed inizino ad operare fattivamente e a realizzare quello che per mesi hanno annunciato a destra e a manca. In Calabria tutti hanno gli stessi diritti, c’è bisogno di lavorare e legiferare per i Calabresi, la politica del proprio orticello o campanile deve finire altrimenti si precipiterà in un tunnel irreversibile. Oliverio che reputavamo interpretasse compiutamente questo sentimento sembra distratto, ma il servizio , considerato le altre infrastrutture quasi in rovina, non può essere preso sottogamba.
Se, per un’ipotesi assurda, dovrebbe fermarsi anche il servizio aeroportuale in qualsivoglia struttura, sarebbe veramente una catastrofe per una Regione che già vive tanti e tanti bisogni. Non vogliamo oggi elencare i tanti fattori ostativi, saremmo ripetitivi, ma su questa problematica riteniamo che oggi ci siano i giusti presupposti per operare, così come annunciato a suo tempo dal Governatore e dal suo Assessore al ramo.
Noi come Confartigianato, ha evidenziato Salvatore Lucà, “siamo disponibili ad ogni collaborazione e saremo in prima fila per supportare e accelerare questo progetto di integrazione che speriamo Mario Oliverio riprenda e con molta decisione lo concretizzi, in caso contrario nei prossimi mesi dovremo registrare altre emergenze e bisogni inimmaginabili. Dobbiamo lavorare tutti per rialzarci, la Calabria è veramente in ginocchio, realizzare questo programma sarebbe un buon viatico per l’inizio di una ripresa generale”.

UFFICIO STAMPA KR E CZ

loading...