Comune, quasi completati lavori di intitolazione luoghi città · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Comune, quasi completati lavori di intitolazione luoghi città

sabato 13 giugno 2015 - 13:57
Print Friendly, PDF & Email

(null)LAMEZIA TERME (CZ) – Gli uffici comunali stanno completando i lavori per l’intitolazione di vari luoghi della città a persone che si sono distinte per il loro impegno civile e per il loro servizio alla nostra città e alla nostra regione.

La Biblioteca Comunale è stata intitolata al preside Oreste Borrello, il Giardino Botanico di Località Dossi Condomini all’astronomo Massimo Cimino, la Casa del Libro Antico alla parlamentare e professoressa Graziella Riga, il Museo della Memoria all’architetto Natale Proto, la sala polivalente di Palazzo Nicotera al parlamentare Vittorino Fittante, Palazzo Panariti al maestro e Premio Oscar Carlo Rambaldi,
Sono state affisse due targhe, in ricordo dell’agente di Polizia Paolo Diano e della guardia giurata Antonio Raffaele Talarico, sulla facciata degli Uffici dei Servizi Sociali su Corso Numistrano, una targa in ricordo del patriota Michele Agostini D’Aquino a Palazzo Stocco.
E’ stato intitolato al lavoratore Vincenzo Andreotti e a tutti i caduti sul lavoro il ponte di Via del Progresso (nei pressi del supermercato LIDL); ad Angelina Romano, bambina di otto anni uccisa dai bersaglieri piemontesi a Castellammare del Golfo, sarà intitolata Via Cialdini; a Pietro Caligiuri, Sovrintendente della Polizia di Stato ucciso nell’esercizio del proprio dovere, sarà intitolata la via tra la rotatoria della Cantina Bruzia e lo svincolo per l’Autostrada Salerno – Reggio Calabria, all’imprenditore Giovanni Prezioso il parco di vi S.Foderaro.
L’iter relativo all’intitolazione di un’aula del Tribunale al giudice Antonino Scopelliti e relativa targa sarà completato nei prossimi mesi di comune accordo tra il Sindaco Gianni Speranza e l’on. Rosanna Scopelliti .

loading...