Assessore Liotta in visita al centro di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Assessore Liotta in visita al centro di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale

ospedale_lamezia3LAMEZIA TERME – Il Sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, prosegue nella sua attività di verifica della situazione sanitaria dell’Ospedale cittadino, riservando la propria attenzione in particolare sulle deficienze di alcuni reparti emerse in grande evidenza in queste ultime settimane.

All’uopo, in sua rappresentanza, l’Avv.Milena Liotta Assessore alle Politiche Sanitarie del Comune di Lamezia Terme, si è recata nella mattinata di mercoledi 1 Ottobre presso l’Ospedale cittadino dove è stata accolta da una folta rappresentanza del Tribunale dell’ammalato con la Pr.Avvocatessa Daniela Tolomeo. I medici della direzione sanitaria del presidio, dott.Tomaino e dott.ssa Marasco, hanno informato l’Assessore sulle criticità del reparto di Neonatologia – TIN per la carenza soprattutto di personale medico.

La dott.ssa Ciriaco, Primario f.f. del reparto, ha ribadito che la grave carenza di personale medico e tecnico ha già comportato sin da sabato 27 settembre la chiusura ai ricoveri esterni. In particolare poi ha aggiunto che è stato necessario trasferire due donne con gravidanze gemellari ed un’altra con gravidanza pre-termine, esponendo a rischio la mamma ed il bambino e che purtroppo prossimamente non si potrà accogliere alcuno, in quanto sono rimasti in servizio solo 4 sanitari contro i 10 previsti nonché 14 infermieri che dovrebbero essere almeno 20. Con le limitazioni attuali per il momento si sta assicurando l’assistenza in sala parto e di nido stando praticamente sempre in servizio. Ma, in tutta evidenza, non si potrà resistere che altri pochi giorni.

Il dott.Pietro Menniti da parte sua ha ritenuto di dover precisare che non vi sono né vi sono stati ritardi o omissioni, così come confermato dal responsabile dell’ufficio personale presente all’incontro.

A questo punto l’Ass.Liotta ha affermato: ringrazio la Direzione Sanitaria e tutti i presenti per la disponibilità e la determinazione con la quale stanno affrontando la grave carenza di personale del reparto di Neonatologia-TIN, di cui ben si conoscono le responsabilità pregresse. Ho potuto prendere atto ed assieme a me i responsabili del Tribunale del malato, della dedizione e dell’impegno dei medici e del personale di reparto che ora si trova anche senza Primario, allargando la pletora dei primari mancanti del nostro Ospedale.

A seguito di sua dichiarata disponibilità ho anche incontrato il Direttore Generale f.f. dott.Catalano che mi ha comunicato di avere consegnato al Sub Commissario Urbani in data 2 Ottobre la richiesta di deroga per la temporanea assunzione di 2 sanitari e che sperava di risolvere questa criticità in breve tempo.

Ho ringraziato il dott.Catalano ed ho voluto precisare che mi trovavo in Ospedale nella veste di Assessore alle Politiche Sanitarie perché assieme al Sindaco ed all’intero Consiglio Comunale riteniamo che sia opportuno, in questo particolare momento, una presenza continua e dedicata della pubblica amministrazione sui temi assolutamente prevalenti della Sanità pubblica e che quindi è nostra intenzione collaborare per superare l’emergenza personale della Neonatologia oltre che seguire con la dovuta attenzione anche la problematica del Servizio Trasfusionale.

Il dott.Catalano ha condiviso la necessità di un impegno comune tra la direzione generale dell’ASP e l’amministrazione Comunale di Lamezia, con l’obiettivo di migliorarne i servizi ed, a tal fine, si è concordato un canale diretto di interrelazione.

Riferirò ovviamente al Sindaco Speranza del contenuto dell’incontro e sono in grado di anticipare che egli interverrà nuovamente anche presso il Commissario Pezzi ed il Sub Commissario Urbani, affinchè vengano risolte nell’immediato le questioni più urgenti fermo restando la necessità di rivedere a livello regionale il ruolo e le funzioni dell’Ospedale cittadino e della sanità sul territorio.

Commenta

loading...